La Banca Dati BRACE contiene le informazioni sulle reti, sulle stazioni e sui sensori di misura utilizzati per il monitoraggio della qualitą dell'aria e i relativi dati di concentrazione degli inquinanti. Fino al 2012, le informazioni, relative all'ambito territoriale nazionale, venivano raccolte a livello locale dai Punti Focali Regionali e successivamente trasmesse all'ISPRA. BRACE nasceva dalla necessitą di adempiere a diverse esigenze dettate dalla normativa europea e nazionale in tema di qualitą dell'aria, che sono state modificate con l'entrata in vigore della Direttiva 2008/50/CE recepita in Italia dal D.Lgs 155/2010 e della Decisione 2011/850/UE, che sono le normative attualmente in vigore. Il reporting prima dell'entrata in vigore di queste normative era basato sulla Decisione 97/101/CE ("Exchange of Information" (EoI)) che instaurava uno scambio reciproco di informazioni e di dati provenienti dalle reti e dalle singole stazioni di misurazione dell'inquinamento atmosferico negli Stati membri e sui decreti attuativi della Direttiva 96/62/CE. Le informazioni trasmesse dall'ISPRA all'Agenzia Europea per l'Ambiente (European Environment Agency - EEA) in questo contesto sono attualmente archiviate anche nel database europeo AIRBASE oggi accessibile dal portale di informazioni e dati sulla qualità dell'aria dell'EEA (https://aqportal.discomap.eea.europa.eu).




Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2021